Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare.
Se vuoi saperne di più o esprimere le tue preferenze sull'uso dei singoli cookie, clicca qui
Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

Life DERRIS - DisastEr Risk Reduction InSurance

Siamo quotidianamente impegnati ad affrontare le conseguenze legate ai cambiamenti climatici e a facilitare la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio attraverso lo sviluppo di garanzie e di prodotti di investimento per promuovere la

​​​​​​Abbiamo messo in campo misure innovative a garanzia della solidità del Gruppo, sia sul fronte degli investimenti che sul fronte dell’impatto ambientale delle proprie attività.

Partecipiamo inoltre, nell’ambito dell’adesione al Paris Pledge for Action, al  tavolo di lavoro “National Dialogue on Sustainable Finance” al livello nazionale. L’iniziativa, coordinata dal MATTM – Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare in partnership con l’UNEP, si pone l’obiettivo di esplorare policy/azioni/criteri per mobilitare il sistema finanziario e allinearlo agli obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGS) del sistema Paese.

Cambiamenti climatici

Mettiamo le nostre competenza competenze per la tutela e la sicurezza del territorio a fronte dei cambiamenti climatici.

In particolare il Gruppo Unipol è capofila del progetto DERRIS (Disaster Risk Reduction Insurance), che ha come obiettivo principale quello di promuovere la resilienza al cambiamento climatico e agli eventi catastrofali ad esso collegati nelle PMI italiane, attraverso il trasferimento di conoscenza e la costruzione di strumenti per la valutazione, la prevenzione e la gestione dei rischi legati agli eventi catastrofali.

Il progetto prevede una fase di sperimentazione pilota sul Comune di Torino, e dal 2017 si estenderà ad altre 10 città italiane che vorranno, attraverso una​​​​​ partnership multi-stakeholder, lavorare insieme ai partner del progetto per aumentare la resilienza del tessuto imprenditoriale locale.

Life DERRIS - DisastEr Risk Reduction InSurance
 
Derris, progetto co-finanziato dal bando europeo Life, vede Unipol Gruppo capofila insieme ai partner Città di Torino, Cineas, Anci, Coordinamento Agende 21 e UnipolSai. Derris è il primo progetto europeo che unisce pubblica amministrazione, imprese e settore assicurativo per la riduzione dei rischi causati da eventi climatici straordinari.

Derris, progetto co-finanziato dal bando europeo Life, vede Unipol Gruppo​​ capofila insieme ai partner Città di Torino, Cineas, Anci, Coordinamento Agende 21 e UnipolSai. Derris è il primo progetto europeo che unisce pubblica amministrazione, imprese e settore assicurativo per la riduzione dei rischi causati da eventi climatici straordinari.

L’obiettivo è quello di fornire alle PMI gli strumenti necessari per valutare e ridurre i propri rischi, attraverso una serie di azioni e obiettivi precisi:

  • ​trasferimento di conoscenze dall’assicurazione alla pubblica amministrazione e alle PMI su strumenti per ridurre i rischi legati ai cambiamenti climatici e per gestire le emergenze;
  • uno strumento di auto-valutazione per misurare il rischio e adottare misure di prevenzione e di gestione delle emergenze;
  • forme innovative di partnership pubblico-privato tra l’assicurazione, la pubblica amministrazione e le imprese, per incrementare la tutela del territorio e la capacità di resilienza;
  • strumenti finanziari innovativi che permettano di mobilitare capitali dedicati alla riduzione dei rischi.

La sperimentazione pilota prenderà vita nella città di Torino; in una seconda fase la sperimentazione sarà allargata ad altre 10 città che vorranno aderire. Il 21 aprile 2016, la Città di Torino ha lanciato il bando “Torino che protegge” che ha l’obiettivo di selezionare le 30 PMI del gruppo del pilota.

I benefici per le aziende selezionate saranno:
  • ​individuare i principali rischi meteo-climatici ai quali sono esposte;
  • definire le possibili azioni per ridurre tale esposizione;
  • seguire un percorso di formazione destinato a trasferire competenze sulla prevenzione e alla gestione dei rischi in particolare meteo-climatici ai referenti aziendali individuati (cosiddetti “adaptation manager”);
  • definire azioni specifiche per la gestione delle emergenze e per stabilire le attività dell’azienda (recovery plan) riducendo al minimo i danni derivanti dalla business interruption.

“I numeri del progetto”

  • 1 tool, per l’autovalutazione dei rischi derivanti dal cambiamento climatico 
  • 1 strumento finanziario, per convogliare capitali e sostenere le misure di adattamento al cambiamento climatico
  • 1 modello di Partnership Pubblico-Privato, per la gestione del rischio climatico  ed il finanziamento dell’adattamento
  • 30 aziende «resilienti», coinvolte nella sperimentazione iniziale nel distretto di Torino
  • 60 sopralluoghi di accompagnamento, nelle aziende per la valutazione del rischio climatico
  • 288 ore di formazione, destinata ai CEO, agli Adaptation Manager e ai tecnici delle aziende, ai rappresentanti della PA
  • 30 Piani di Adattamento Aziendale
  • 1 Piano Integrato di Adattamento di distretto
  • 10 città che replicano l’esperienza
  • 183.000 aziende, utilizzatori del tool di risk assessment

Toolbox
Finanziari
Istituzionali
Press e Media
Sponsorship